Comprendere le collaborazioni

Con le collaborazioni, puoi estendere la portata dei tuoi contenuti GIS condividendo senza soluzione di continuità mappe, app, layer e altro con altre organizzazioni. Le collaborazioni sono basate su una base di fiducia tra le organizzazioni partecipanti e sono tipicamente motivate da obiettivi e iniziative comuni.

Si possono stabilire due tipi di collaborazioni con altre organizzazioni: collaborazioni in partnership e collaborazioni distribuite.

Collaborazioni in partnership

L'organizzazioni ArcGIS Online possono usare le collaborazioni in partnership per condividere contenuto con altre organizzazioni ArcGIS Online. Quando due o più organizzazioni creano una collaborazione associata, entrano in una partnership che permette ai loro membri di lavorare a stretto contatto con l'altro e con i contenuti dell'altro usando i gruppi.

Per esempio, i dipartimenti di gestione della fauna selvatica di due città adiacenti, ciascuno con la propria organizzazione ArcGIS Online, potrebbero voler condividere le loro mappe e i loro livelli di fauna selvatica tra di loro. Queste mappe e layer saranno usati da entrambe le città per monitorare meglio il movimento della vita selvatica tra essi. Per fare questo, entrambe le organizzazioni delle città possono creare una collaborazione in partnership tramite la quale i membri possono condividere contenuto. Ogni organizzazione continua a possedere e gestire il proprio contenuto mentre consente ad altri di visualizzare e contribuire. Una volta stabilita una collaborazione in partnership con un'altra organizzazione, creare e usare gruppi al contenuto condiviso con i membri delle organizzazioni della collaborazione. Per scoprire come configurare una collaborazione in partnership, vedere Crea una collaborazione in partnership.

Le organizzazioni possono un massimo di 10 collaborazioni in partnership. Quando una collaborazione in partnership termina, entrambe le organizzazioni perdono accesso al contenuto dell'altra.

Collaborazioni distribuite

Le collaborazioni distribuite possono essere utili per molti flussi di lavoro, inclusa l'esposizione del contenuto ArcGIS Enterprise da pubblicare tramite ArcGIS Online, rendere i dati visibili tramite dipartimenti differenti in un'organizzazione, o gestendo le raccolte di dati di campo. Non c'è un unico modello per una collaborazione distribuita, quindi potete implementarla nel modo che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Ad esempio, prendiamo in considerazione uno scenario in cui due dipartimenti della città (ad esempio, Lavori pubblici e Sicurezza pubblica), che fanno uso di ArcGIS Enterprise, debbano condividere le loro mappe con l'organizzazione ArcGIS Online centrale della città. I layer e le mappe verranno utilizzati per creare mappe e applicazioni aggiuntive da condividere sia con il pubblico sia con il personale della città che richiede un'immagine completa delle operazioni e delle attività. Per ottenere ciò, l'amministratore di ArcGIS Online della città imposta una collaborazione con le due installazioni ArcGIS Enterprise come ospiti della collaborazione. Gli ospiti utilizzano la collaborazione per copiare i dati nell'organizzazione ArcGIS Online centrale, e la città combina quindi i layer in nuove mappe e app mirate e le condivide con il pubblico e con il personale della città. Tramite questo processo i contenuti vengono replicati e gli aggiornamenti vengono sincronizzati a intervalli specifici.

Le organizzazioni ArcGIS Online possono creare le collaborazioni distribuite con ArcGIS Enterprise 10.5.1 e portali successivi. Una volta stabilita la collaborazione, l'organizzazione può condividere contenuti con le organizzazioni che partecipano utilizzando gruppi di collaborazione. Per ulteriori informazioni, consultare Condividere contenuti con gruppi di collaborazione.

Per scoprire di più sul processo di collaborazione distribuita e i concetti, vedere Come funziona la collaborazione distribuita.