Esegui analisi

Nota:

Questa funzionalità è attualmente supportata solo in Map Viewer classico. Sarà disponibile in una futura versione di Map Viewer.

Supponiamo di dover valutare possibili siti per un nuovo magazzino. La valutazione deve basarsi su elementi quali l'accesso ai trasporti, la presenza di speciali restrizioni quali la vicinanza a centri storici, l'accesso a ristoranti ed altre strutture di cui i dipendenti potrebbero avere bisogno, l'accesso alla rete di trasporto pubblico per i dipendenti e destinazioni d'uso del territorio circostante che potrebbero agevolare oppure porre limiti allo sviluppo. In che modo è possibile valutare tali siti in un modo quantificabile ed argomentato? Sono ovviamente necessari i dati, ma anche strumenti per analizzare e misurare le relazioni geografiche.

L'osservazione di una mappa implica la trasformazione di quest'ultima in dati utili attraverso l'individuazione di modelli, la valutazione di tendenze e l'assunzione di decisioni. Questo processo viene chiamato analisi spaziale.

Molti tipi di modelli e relazioni tuttavia non sono immediatamente evidenti all'osservazione. Vi sono spesso troppi dati da esaminare e presentare in modo coerente in una mappa. La modalità di visualizzazione dei dati su una mappa può influire sui modelli che si riesce a rilevare. Gli strumenti di analisi spaziale consentono di quantificare i modelli e le relazioni nei dati e di visualizzare i risultati sotto forma di mappe, tabelle e grafici. Usando gli strumenti di analisi spaziale è possibile rispondere a domande e prendere decisioni in base a più elementi rispetto a quelli offerti dalla semplice analisi visiva.

Per ulteriori informazioni sull'accesso e sull'esecuzione degli strumenti, consultare Utilizzare gli strumenti di analisi. Di seguito è riportata una panoramica di ciascun strumento. Gli strumenti di analisi sono organizzati in categorie, che rappresentano raggruppamenti logici e che non influiscono sul modo in sui si accede a tali attività o le si utilizza.

Suggerimento:

Visitare il sito WEB Informazioni su ArcGIS per consultarne le lezioni per l'uso degli strumenti di analisi.

Gli sviluppatori possono accedere a questi strumenti mediante lo Spatial Analysis Service REST API e l'API ArcGIS for Python.

Riepiloga dati

Questi strumenti consentono di calcolare totali, lunghezze, aree e statistiche descrittive di base di feature e dei relativi attributi in aree o altre feature vicine.

StrumentoDescrizione

Aggrega punti

Aggrega punti

Questo strumento viene utilizzato con un layer di feature puntuali ed un layer di feature areali E in primo luogo identifica i punti compresi in ciascuna area. Dopo aver identificato questa relazione spaziale tra i punti dell'area, le statistiche relative a tutti i punti compresi nell'area vengono calcolate ed assegnate all'area. La statistica più semplice è costituita dal numero di punti compresi nell'area, tuttavia è possibile ottenere anche altre statistiche.

Ad esempio, sono presenti feature puntuali relative alla posizione dei bar e feature areali per le regioni, e che si desideri riepilogare le vendite di caffè per regione. Presupponendo che ai bar sia associato l'attributo TOTAL_SALES, è possibile ottenere la somma dei valori di tutti gli attributiTOTAL_SALES in ogni regione, il valore minimo o massimo diTOTAL_SALES in ogni regione oppure la deviazione standard di tutte le vendite in ogni regione.

Join delle feature

Join delle feature

Questo strumento consente di trasferire gli attributi di un layer o una tabella in un altro layer o un'altra tabella in base a relazioni spaziali e di attributi. È quindi possibile calcolare le statistiche sulle feature unite.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Unire i dati relativi ai crimini ai distretti di polizia utilizzando una relazione spaziale.
  • Unire le descrizioni sull'uso del suolo ai poligoni sull'uso del suolo utilizzando valori di codice.

Riepiloga nelle vicinanze

Riepiloga nelle vicinanze

Questo strumento consente di trovare feature entro una specifica distanza da feature nel layer di analisi. La distanza può essere calcolata lungo una linea retta o usando una modalità di viaggio selezionata. Vengono quindi calcolate le statistiche per le feature nelle vicinanze.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • È possibile calcolare la popolazione totale entro una distanza di guida di 5 minuti dalla posizione proposta del negozio.
  • È possibile calcolare il numero di rampe di accesso all'autostrada che si trovano a una distanza di 1 chilometro dalla posizione proposta per l'apertura del negozio allo scopo di valutare l'accessibilità al negozio.

Nota:

Per riepilogare le feature vicine in base a una delle modalità di viaggio disponibili, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Riepiloga entro

Riepiloga entro

Questo strumento consente di trovare feature (e porzioni di feature) entro i confini di aree nel layer di analisi.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Dati un layer di confini spartiacque e un layer di confini di utilizzo del suolo per tipo di utilizzo, è possibile calcolare la superficie totale in acri del tipo di utilizzo del suolo per ciascuno spartiacque.
  • Dati un layer di lotti di una regione ed un layer di confini di città, è possibile riepilogare il valore medio di lotti non occupati entro ciascun confine di città.

Riepiloga centro e dispersione

Riepiloga centro e dispersione

Questo strumento trova la feature centrale, il centro medio, il centro della mediana o l'ellisse (distribuzione direzionale) delle feature puntuali.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Trovare la feature centrale in un set di punti, come alberi, edifici o parchi.
  • Trovare il centro medio di una serie di punti, come eventi criminali o avvistamenti della fauna selvatica.
  • Trovare il centro della mediana di una serie di punti, come le posizioni di incidenti automobilistici.
  • Trovare la dispersione (ellisse) di un set di punti, come il manifestarsi di un'infezione o il luogo in cui si trova una specie di piante invasive.

Trova posizioni

Questi strumenti consentono di trovare feature corrispondenti ai criteri specificati. Vengono in genere utilizzati per la selezione di siti, in cui l'obiettivo è trovare luoghi che soddisfino più criteri.

StrumentoDescrizione

Trova località esistenti

Trova località esistenti

Questo strumento consente di identificare feature esistenti nell'area di studio conformi a una serie di criteri specificati. Tali criteri possono essere basati su interrogazioni sugli attributi (ad esempio, particelle ancora disponibili) e su interrogazioni su dati spaziali (ad esempio, particelle a una distanza di 1 km da un fiume).

Deriva nuove località

Deriva nuove località

Questo strumento consente di derivare nuove feature nell'area di studio conformi ad una serie di criteri specificati. Tali criteri possono essere basati su interrogazioni sugli attributi (ad esempio, particelle ancora disponibili) e su interrogazioni su dati spaziali (ad esempio, particelle comprese nella pianura alluvionale).

Trova località simili

Trova località simili

In base ai criteri specificati, questo strumento consente di valutare la somiglianza di località presenti nel layer di ricerca candidati con una o più località di riferimento.

Scegli strutture migliori

Scegli strutture migliori

Questo strumento consente di individuare l'insieme delle strutture che meglio soddisfano la richiesta dalle aree circostanti.

Le strutture possono essere istituzioni pubbliche che offrono un servizio, ad esempio caserme dei vigili del fuoco, scuole o biblioteche, oppure strutture commerciali, come negozi o centri di distribuzione per un servizio di spedizione postale. La richiesta rappresenta l'esigenza di un servizio che le strutture possono soddisfare. La richiesta è associata alle posizioni dei punti, in cui ogni posizione rappresenta una quantità di richiesta specifica.

Nota:

Per scegliere le strutture utilizzando una delle modalità di viaggio disponibili, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Crea Campo di Vista

Crea Campo di Vista

Questo strumento crea aree in cui un osservatore può visualizzare oggetti presenti sul suolo. I punti di input dell'analisi possono rappresentare osservatori (ad esempio, persone sul suolo o i punti di osservazione in una torretta di avvistamento degli incendi) oppure oggetti sotto osservazione (come turbine eoliche, serbatoi d'acqua, veicoli o altre persone). Le aree risultanti sono quelle in cui gli osservatori possono visualizzare gli oggetti osservati e viceversa. Solitamente l'output viene utilizzato nell'analisi dell'adattabilità e della selezione dei siti.

Crea spartiacque

Crea spartiacque

Questo strumento identifica le aree di bacini fluviali in base alle posizioni specificate.

Traccia a valle

Traccia a valle

Questo strumento consente di identificare il tracciamento o il percorso di flusso in una direzione verso valle rispetto ai punti presenti nel layer di analisi.

Trova Centroidi

Trova Centroidi

Questo strumento crea feature puntuali centrali da feature multipuntuali, lineari e areali.

Aggiunta dati

Questi strumenti consentono di esplorare le caratteristiche delle aree. Vengono infatti restituiti dati demografici dettagliati e le statistiche relative alle aree selezionate. È anche possibile visualizzare dati comparativi per aree estese, ad esempio regioni e province.

StrumentoDescrizione

Aggiungi dati al layer

Aggiungi dati al layer

Questo strumento consente di aggiungere dati ad un punto o un'area ottenendo informazioni relative a persone, luoghi ed aziende attorno alle posizioni dei dati. Usando questo strumento è possibile rispondere a domande relative alle posizioni a cui non è possibile rispondere utilizzando solo le informazioni fornite dalle mappe; ad esempio, Che tipi di persone vivono qui? Quali sono le attività preferite dalle persone che vivono in questa area? Quali sono le loro abitudini ed i loro stili di vita? Quali tipi di aziende sono presenti in quest'area?

Il risultato è un nuovo layer contenente tutte le informazioni demografiche e geografiche provenienti da specifiche raccolte di dati. Queste informazioni vengono aggiunte come campi della tabella.

Suggerimento:

Fare clic sulla stella accanto a una variabile in Esplorazione dati per aggiungerla all'elenco dei preferiti. Per accedere ai preferiti fare clic su Mostra variabili preferite nella pagina dei menu di Esplorazione dati.

Nota:

Per utilizzare questo strumento, è necessario disporre del privilegio GeoEnrichment. Inoltre, per aggiungere feature in base a una delle modalità di viaggio disponibili, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Analizza modelli

Questi strumenti consentono di identificare, quantificare e visualizzare i modelli spaziali nei dati grazie all'identificazione di aree di relazioni e cluster di rilevanza statistica.

StrumentoDescrizione

Calcolo densità

Calcolo densità

Questo strumento consente di creare una mappa di densità a partire da feature puntuali o lineari diffondendo nella mappa quantità note di un fenomeno (rappresentati come attributi di punti o linee). Il risultato è un layer di aree classificate a partire da quella meno densa a quella più densa.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Calcolare le densità relative agli ospedali presenti in un'area. Nel layer dei risultati vengono indicate le aree con maggiore o minore accessibilità agli ospedali e tali informazioni si possono utilizzare per stabilire dove costruire nuove strutture.
  • Identificare aree ad alto rischio di incendio sulla base delle posizioni in cui nel tempo si sono verificati incendi di aree boschive.
  • Posizionare comunità che siano lontane dalle principali autostrade per pianificare le aree in cui costruire nuove strade.

Trova hot spot

Trova hot spot

Questo strumento consente di identificare cluster di rilevanza statistica nel modello spaziale dei dati.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Determinare se i punti (reati, alberi, incidenti stradali) sono organizzati in cluster.
  • Individuare un hot spot di rilevanza statistica (ai fini della spesa, della mortalità infantile, di punteggi di test elevati).

Trova outlier

Trova outlier

Questo strumento consente di identificare outlier di rilevanza statistica nel modello spaziale dei dati.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Trovare aree anomale nel pattern dei dati (reati, alberi, incidenti stradali).
  • Individuare un outlier di rilevanza statistica (ai fini della spesa, della mortalità infantile, di punteggi di test elevati).

Trova cluster punti

Trova cluster punti

Questo strumento trova cluster di feature di punti all'interno del disturbo circostante in base alla loro distribuzione spaziale.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Trovare cluster di unità abitative infestate da parassiti.
  • Trovare cluster di eventi criminali, come i furti.

Interpolazione punti

Interpolazione punti

Questo strumento consente di prevedere i valori in corrispondenza di nuove posizioni sulla base delle misurazioni di una raccolta di punti. Lo strumento considera i dati relativi ai punti con valori in corrispondenza di ciascun punto e restituisce aree classificate in base ai valori previsti.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Prevedere i livelli di inquinamento nelle località in cui non sono presenti sensori di gestione della quaità dell'aria che misurano i livelli di inquinamento, come ad esempio località con popolazioni a rischio, come scuole o ospedali.
  • È possibile prevedere le concentrazioni di metalli pesanti nei raccolti sulla base di campioni prelevati da singole piante.
  • È possibile prevedere i livelli di nutrienti (azoto, fosforo, potassio e così via) presenti nel suolo, oltre ad altri indicatori, come la conducibilità elettrica, al fine di studiarne le relazioni con il raccolto e prescrivere le esatte quantità di fertilizzanti in ogni punto del campo.
  • È possibile prevedere le temperature, le precipitazioni e le variabili associate (come le piogge acide) e altre applicazioni meteorologiche.

Usa prossimità

Questi strumenti consentono di rispondere a una delle domande più comuni dell'analisi spaziale: Che cosa è vicino a cosa?

StrumentoDescrizione

Crea buffer

Crea buffer

Questo strumento crea buffer. Un buffer è un'area che copre una data distanza da una feature punto, linea o area.

I buffer vengono in genere utilizzati per creare aree da analizzare successivamente con uno strumento come Sovrapponi layer. Ad esempio, se la domanda è "Quali edifici si trovano nel raggio di 1 chilometro dalla scuola?", è possibile trovare la risposta creando un buffer di 1 chilometro intorno alla scuola e sovrapponendo tale buffer al layer che contiene le aree occupate dagli edifici. Il risultato è un layer di edifici che si trovano a meno di 1 chilometro dalla scuola.

Crea aree tempo di guida

Crea aree tempo di guida

Questo strumento crea aree raggiungibili entro un tempo o una distanza di guida specifici. La misurazione viene effettuata da uno o più punti (fino a 1.000), lungo le strade, per creare un layer che possa aiutare l'utente a rispondere a domande quali le seguenti:

  • Dove è possibile andare da qui guidando per 30 minuti?
  • Dove è possibile andare da qui guidando per 30 minuti alle 17.30 in ora di punta?
  • Quali zone della città sono raggiungibili dai pompieri in 5 minuti?
  • Quale sarebbe l'impatto di una caserma dei vigili del fuoco in termini di copertura anti-incendio?
  • Quali aree commerciali riguardano una determinata attività?

È possibile rispondere a queste domande solo mediante la visualizzazione delle aree di output. In alternativa, è possibile effettuare un'ulteriore analisi spaziale utilizzando le aree di output. Ad esempio, è possibile eseguire lo strumento Aggrega punti utilizzando aree di tempo di guida con dati demografici per determinare la potenziale posizione di un negozio potrà probabilmente fornire la migliore clientela per il proprio tipo di attività.

Nota:

Per utilizzare questo strumento, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Trova più vicine

Trova più vicine

Questo strumento consente di trovare le feature più vicine ed eventualmente di segnalare e classificare la distanza dalle feature nelle vicinanze. Per trovare le feature vicine, lo strumento è in grado di effettuare le misurazioni usando la distanza in linea retta o una modalità di viaggio selezionata. Queste opzioni consentono di limitare il numero di feature più vicine da trovare o l'intervallo di ricerca in cui trovarle.

I risultati ottenuti da questo strumento permettono di rispondere a domande come le seguenti:

  • Qual è il parco più vicino a me?
  • Quale ospedale è possibile raggiungere con il minor tempo di percorrenza? Quanto tempo si impiegherà il martedì nell'ora di punta alle 17:30?
  • Quali sono le distanze stradali tra queste città principali?
  • Quali di questi pazienti vivono entro il raggio di 2 chilometri da questi stabilimenti chimici?

La funzione Trova più vicine restituisce un layer contenente le feature più vicine ed eventualmente un layer lineare che collega le posizioni iniziali alle relative posizioni più vicine. Il layer linea opzionale contiene informazioni relative alle posizioni iniziali e più vicine, nonché alle distanze tra queste.

Nota:

Per trovare le feature vicine utilizzando una delle modalità di viaggio disponibili, è necessario disporre del privilegio Network Analysis e che gli input siano feature puntuali.

Pianifica itinerari

Pianifica itinerari

Questo strumento consente di dividere in modo efficiente le attività tra gli addetti che operano sul campo.

È sufficiente specificare il numero di fermate e il numero di vetture disponibili per le visite. Lo strumento assegna le fermate alle vetture e restituisce gli itinerari indicando in che modo ciascuna vettura può raggiungere le destinazioni assegnate alle fermate nel minor tempo possibile.

Con Pianifica itinerari, gli addetti che operano sul campo possono raggiungere i vari siti in minor tempo, con conseguente incremento della produttività e ottimizzazione del servizio offerto ai clienti. Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Ispezionare case, ristoranti o cantieri edili.
  • Gestire servizi tecnici, di riparazione o installazione.
  • Consegnare merci e pacchi di piccole dimensioni.
  • Visitare potenziali clienti.
  • Prelevare persone a casa e accompagnarle ad un evento.

L'output di Pianifica itinerari include un layer di fermate codificate in base agli itinerari cui sono assegnate, un layer di itinerari che indicano i percorsi più brevi per raggiungere le fermate assegnate e, nel caso in cui non fosse possibile raggiungere alcune località, un layer delle fermate non assegnate.

Nota:

Per utilizzare questo strumento, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Connetti origini a destinazioni

Connetti origini a destinazioni

Questo strumento consente di misurare il tempo di percorrenza o la distanza tra coppie di punti. Lo strumento identifica distanze in linea retta, distanze stradali o tempi di percorrenza. Specificando i punti di partenza e di arrivo, si otterrà un layer contenente le linee dell'itinerario, incluse le misurazioni, tra le coppie di origini e destinazioni. Se la destinazione è unica per più origini, l'output includerà una tabella che riepiloga i diversi viaggi per raggiungere la destinazione.

Nota:

Per collegare le origini alle destinazioni utilizzando una delle modalità di viaggio disponibili, è necessario disporre del privilegio Network Analysis.

Gestisci dati

Questi strumenti vengono utilizzati per la gestione quotidiana dei dati geografici e per combinare i dati prima dell'analisi.

StrumentoDescrizione

Estrai dati

Estrai dati

Questo strumento consente di estrarre i dati selezionati per un'area di interesse specifica. I layer selezionati vengono aggiunti a un file.zip o a un pacchetto layer.

Dissolvi confini

Dissolvi confini

Questo strumento consente di unire le aree che si sovrappongono o che condividono un confine comune per formare un'unica area.

Per controllare i confini che verranno uniti, specificare un campo. Ad esempio, se si dispone di un layer di regioni e ciascuna regione dispone di un attributoState_Name, è possibile dissolvere i confini utilizzando l'attributoState_Name. Le regioni adiacenti vengono unite se presentano lo stesso valoreState_Name. Il risultato è un layer di confini di stato.

Genera tassellazioni

Genera tassellazioni

Questo strumento crea contenitori di una forma e di una dimensione specificate per l'area di studio.

I contenitori possono essere quadrati, esagonali, esagonali trasversali, triangolari o di forma romboidale.

Unisci layer

Unisci layer

Questo strumento consente di copiare feature da due layer in un nuovo unico layer. Tutti i layer da unire devono contenere gli stessi tipi di feature (punti, linee o aree). È possibile controllare la modalità in cui i campi vengono uniti e copiati dai layer di input.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di attività:

  • Unire un layer di scuole pubbliche e un layer di scuole private in un unico layer che mostri tutte le scuole.
  • Unire in un unico layer due layer contenenti ciascuno informazioni catastali relative a municipalità contigue, tenendo solo i campi che presentano lo stesso nome e lo stesso tipo di dati per i due layer di input.

Sovrapponi layer

Sovrapponi layer

Questo strumento combina due o più layer in un unico layer. La sovrapposizione è un processo analogo all'analisi di un insieme di mappe ed alla creazione di un unica mappa contenente tutte le informazioni trovate nel gruppo. La sovrapposizione non è una semplice unione di linee; nel prodotto finale vengono infatti inclusi tutti gli attributi delle feature coinvolte nella sovrapposizione. La sovrapposizione costituisce la risposta ad una delle più elementari domande di geografia, ovvero "Cosa sta sopra e cosa sta sotto?"

Ad esempio, è possibile rispondere alle seguenti domande:

  • Quali lotti sono compresi nella pianura alluvionale da 100 anni?
  • Quali strade sono comprese in determinate regioni?
  • Quale uso del suolo si fa di un determinato tipo di terreno?
  • Quali pozzi si trovano in basi militari abbandonate?

Analisi raster

In aggiunta agli strumenti elencati sopra, è possibile eseguire analisi di immagine e raster usando gli strumenti Analisi di raster. Questi strumenti sono raggruppati in categorie secondo il proprio obiettivo. Per esempio, la categoria Manage Data contiene strumenti per ritagliare, riclassificare, convertire e campionare le immagini o i dati raster, mentre la categoria dello strumento Apprendimento profondo tool contiene strumenti per eseguire una classificazione di apprendimento profondo con gli strati di immagini.

Se gli strumenti nel pannello Analisi di raster non avrà esattamente quello che si sta cercando, è possibile usare oltre 150 funzioni di raster per eseguire analisi e anche incatenare quelle funzioni insieme in Editor funzione di raster per eseguire più flussi di lavoro complessi.

L'analisi di immagine e di raster ha licenza aggiuntiva e requisiti di privilegi. Per dettagli, vedere Usa gli strumenti di analisi di raster.

Se l'utente è uno sviluppatore, è possibile accedere a questi strumenti tramite Servizio analisi di raster REST API e ArcGIS API per Python.